Synthonia • Proporsi ad un'etichetta discografica

Proporsi ad un'etichetta discografica

Racconti di vita vissuta, discussioni generali sulla nostra musica

Proporsi ad un'etichetta discografica

Postby Yaderik » Wed Jul 03, 2013 2:59 pm

Sono un tastierista che si diverte a produrre musica elettronica, utilizzando synth, VST e samples. Non vorrei ripetermi dato che ho già pubblicato un post a riguardo ma ho appena auto-prodotto e auto-pubblicato un EP (http://yariciani.bandcamp.com).
Volendo proporre una mia creazione ad una etichetta discografica, qual è la prassi e il modo più professionale di porsi?
In particolare mi chiedo se i brani debbano necessariamente essere già depositati SIAE. Inoltre alcune etichette chiedono di conoscere le edizioni di un pezzo, specificando che se non ce ne sono si parte svantaggiati. A cosa si riferiscono nello specifico?
Puoi ascoltare il mio nuovo EP qui: http://yariciani.bandcamp.com
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/YariCianiMusic
Pagina Soundcloud: https://soundcloud.com/yariciani
Kurzweil K2600, Oberheim OB12, Korg M3, Moog Prodigy, Slim Phatty
Yaderik
Junior Member
 
Posts: 147
Joined: Tue Dec 20, 2011 11:52 am

Re: Proporsi ad un'etichetta discografica

Postby gilles » Wed Jul 03, 2013 10:11 pm

prima di tutto....avere la coscenza di dire "questo prodotto può essere sentito da una etichetta?"...è registrato bene?
ormai le etichette sentono solo prodotti finiti...con booklet...libretto...registrato dietro vari criteri ecc
kurzweil k2600x,versione4.0 + BOV, rom 1-2, pram, ram, hd interno. korg triton rack . roland v synth XT.axiom 49. korg trinity custom tamarra. korg M1
User avatar
gilles
Senior Member
 
Posts: 2936
Joined: Wed Jan 02, 2008 7:14 pm
Location: mestre(ve)

Re: Proporsi ad un'etichetta discografica

Postby TheGreyMaster » Wed Jul 03, 2013 10:48 pm

Per quella che è la mia esperienza (e so per certo che funziona così un po' per tutte le etichette underground, almeno di rock, metal e dintorni) ora come ora sono interessate a prodotti finiti, completi di grafica, libretto, ecc. Tu fornisci loro il master e la grafica e loro stampano tot. copie (di cui una parte viene automaticamente comprata da te, ad un dato prezzo che spesso è 5 euro a copia + iva o giù di li). Nella maggior parte dei casi è l'etichetta stessa (a meno che tu non sia già iscritto ed abbia depositato i pezzi) che si occupa delle pratiche siae, registrando il prodotto come produzione discografica (non so dirti nello specifico l'iter burocratico, anche perchè la Siae sta lentamente e faticosamente fallendo, finalmente). Ora, è possibile che nell'ambito in cui cerchi ci siano etichette che agiscono in modo leggemrnte differente, ma la maggior parte farà così. Di solito dopo un tot cd venduti da contratto arriva una percentuale anche al gruppo/artista (oltre a vendere i tuoi acquistati sempre dall'etichetta).

P.s.

Complimenti, ho sentito qualche pezzo, bel sound! : Thumbup :
User avatar
TheGreyMaster
Platinum Member
 
Posts: 743
Joined: Thu Oct 09, 2008 7:53 pm
Location: Firenze

Re: Proporsi ad un'etichetta discografica

Postby Yaderik » Wed Jul 03, 2013 10:50 pm

gilles wrote:prima di tutto....avere la coscenza di dire "questo prodotto può essere sentito da una etichetta?"...è registrato bene?
ormai le etichette sentono solo prodotti finiti...con booklet...libretto...registrato dietro vari criteri ecc


Giusto, ovviamente la mia intenzione non è quella di mandare una demo, ma un prodotto finito. Anche per questo motivo ho postato qui sul forum il link al mio EP per ricevere feedback sulla qualità (sia a livello artistico che tecnico).
Puoi ascoltare il mio nuovo EP qui: http://yariciani.bandcamp.com
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/YariCianiMusic
Pagina Soundcloud: https://soundcloud.com/yariciani
Kurzweil K2600, Oberheim OB12, Korg M3, Moog Prodigy, Slim Phatty
Yaderik
Junior Member
 
Posts: 147
Joined: Tue Dec 20, 2011 11:52 am

Re: Proporsi ad un'etichetta discografica

Postby Yaderik » Wed Jul 03, 2013 10:58 pm

TheGreyMaster wrote:Per quella che è la mia esperienza (e so per certo che funziona così un po' per tutte le etichette underground, almeno di rock, metal e dintorni) ora come ora sono interessate a prodotti finiti, completi di grafica, libretto, ecc. Tu fornisci loro il master e la grafica e loro stampano tot. copie (di cui una parte viene automaticamente comprata da te, ad un dato prezzo che spesso è 5 euro a copia + iva o giù di li). Nella maggior parte dei casi è l'etichetta stessa (a meno che tu non sia già iscritto ed abbia depositato i pezzi) che si occupa delle pratiche siae, registrando il prodotto come produzione discografica (non so dirti nello specifico l'iter burocratico, anche perchè la Siae sta lentamente e faticosamente fallendo, finalmente). Ora, è possibile che nell'ambito in cui cerchi ci siano etichette che agiscono in modo leggemrnte differente, ma la maggior parte farà così. Di solito dopo un tot cd venduti da contratto arriva una percentuale anche al gruppo/artista (oltre a vendere i tuoi acquistati sempre dall'etichetta).

P.s.

Complimenti, ho sentito qualche pezzo, bel sound! : Thumbup :


Grazie per i complimenti e le info : Chessygrin :
Diciamo che la mia situazione potrebbe essere un po' più semplice in quanto mi accontenterei della distribuzione digitale per ora (nell'ambito dell'elettronica è piuttosto comune). Quindi niente spese per la stampa e distribuzione dei cd. Ma vorrei appoggiarmi ad un'etichetta per delegare a lei le scartoffie burocratiche (SIAE) e per la pubblicità. Pubblicizzarsi da soli, da zero, è piuttosto difficile, come potete immaginare : WallBash :
Non sono convinto si facciano in quattro per pubblicizzare un artista emergente, ma sicuramente, è meglio di niente!
Puoi ascoltare il mio nuovo EP qui: http://yariciani.bandcamp.com
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/YariCianiMusic
Pagina Soundcloud: https://soundcloud.com/yariciani
Kurzweil K2600, Oberheim OB12, Korg M3, Moog Prodigy, Slim Phatty
Yaderik
Junior Member
 
Posts: 147
Joined: Tue Dec 20, 2011 11:52 am

Re: Proporsi ad un'etichetta discografica

Postby wave » Thu Jul 04, 2013 10:16 am

Non vorrei sembrare disfattista, tuttavia siamo davvero in troppi a produrre generi musicali basati sull'elettronica. Di conseguenza l'attenzione di una casa discografica si attiva solo se il prodotto si discosta molto dal "mare magno" e, nel contempo, garantisce un certo rientro economico.

Diversamente, per guadagnare qualcosa, è meglio avere un amico che fa il programmista il RAI attraverso cui farsi "piazzare" nel palinsesto ed in orari non convenzionali le proprie composizioni.
Non so se abbiate notato come in radio, ad ore strane, vengano usati dei brani di natura elettronica a titolo di "tappabuco"... Beh, alcuni di questi brani sembrano realizzati con apparecchi più scadenti di un Sound Canvas e sono quantizzati con l'accetta... E' la solita Italia dei raccomandati
CP4 Montage 7 Motif XF7 Motif ES rack 2+PLG150-AN AN1x FS1R TG77 MU90R JX-10 MKS-70 Fantom XR+6SRX JD-990 JV-2080+8SR-JV80 MGS-64 JD-Xi D-05 Radias-R microKORG microKORG XL+ 2 Wavestation A/D M1REX 03R/W Proteus 2000 Morpheus Z8 Mininova Blofeld desktop
User avatar
wave
Junior Member
 
Posts: 417
Joined: Sun Oct 23, 2011 8:47 pm
Location: Mestre

Re: Proporsi ad un'etichetta discografica

Postby Yaderik » Thu Jul 04, 2013 11:01 am

wave wrote:Non vorrei sembrare disfattista, tuttavia siamo davvero in troppi a produrre generi musicali basati sull'elettronica. Di conseguenza l'attenzione di una casa discografica si attiva solo se il prodotto si discosta molto dal "mare magno" e, nel contempo, garantisce un certo rientro economico.


Concordo! Proprio per questo cerco di creare un sound originale! : Thumbup :
Puoi ascoltare il mio nuovo EP qui: http://yariciani.bandcamp.com
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/YariCianiMusic
Pagina Soundcloud: https://soundcloud.com/yariciani
Kurzweil K2600, Oberheim OB12, Korg M3, Moog Prodigy, Slim Phatty
Yaderik
Junior Member
 
Posts: 147
Joined: Tue Dec 20, 2011 11:52 am

Re: Proporsi ad un'etichetta discografica

Postby TheGreyMaster » Thu Jul 04, 2013 11:13 am

Secondo me allora l'etichetta che ti fa questo la puoi trovare sicuramente...il problema è che temo ti cambi poco rispetto a ciò che già puoi fare adesso rimanendo totalmente indipendente...a questo punto la differenza la farebbe un' etichetta "grossa"...non una delle tante che alla fin fine ti promuovono peggio di come possa fare tu da solo! : Hurted : Io ti consiglio di rimanere "libero" e contemporaneamente diffondere il più possibile mandando anche ad etichette di una certa importanza. : Thumbup :
User avatar
TheGreyMaster
Platinum Member
 
Posts: 743
Joined: Thu Oct 09, 2008 7:53 pm
Location: Firenze

Re: Proporsi ad un'etichetta discografica

Postby Yaderik » Thu Jul 04, 2013 1:47 pm

TheGreyMaster wrote:Secondo me allora l'etichetta che ti fa questo la puoi trovare sicuramente...il problema è che temo ti cambi poco rispetto a ciò che già puoi fare adesso rimanendo totalmente indipendente...a questo punto la differenza la farebbe un' etichetta "grossa"...non una delle tante che alla fin fine ti promuovono peggio di come possa fare tu da solo! : Hurted : Io ti consiglio di rimanere "libero" e contemporaneamente diffondere il più possibile mandando anche ad etichette di una certa importanza. : Thumbup :


Penso tu abbia ragione. Ma secondo me per poter "sedurre" un'etichetta importante bisogna prima essere in grado di sedurre anche quelle più piccole (un po' come per le donne insomma : Chessygrin : )
Puoi ascoltare il mio nuovo EP qui: http://yariciani.bandcamp.com
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/YariCianiMusic
Pagina Soundcloud: https://soundcloud.com/yariciani
Kurzweil K2600, Oberheim OB12, Korg M3, Moog Prodigy, Slim Phatty
Yaderik
Junior Member
 
Posts: 147
Joined: Tue Dec 20, 2011 11:52 am

Re: Proporsi ad un'etichetta discografica

Postby TheGreyMaster » Thu Jul 04, 2013 7:45 pm

Yaderik wrote:
TheGreyMaster wrote:Secondo me allora l'etichetta che ti fa questo la puoi trovare sicuramente...il problema è che temo ti cambi poco rispetto a ciò che già puoi fare adesso rimanendo totalmente indipendente...a questo punto la differenza la farebbe un' etichetta "grossa"...non una delle tante che alla fin fine ti promuovono peggio di come possa fare tu da solo! : Hurted : Io ti consiglio di rimanere "libero" e contemporaneamente diffondere il più possibile mandando anche ad etichette di una certa importanza. : Thumbup :


Penso tu abbia ragione. Ma secondo me per poter "sedurre" un'etichetta importante bisogna prima essere in grado di sedurre anche quelle più piccole (un po' come per le donne insomma : Chessygrin : )


Secondo me la pagina che hai creato su bandcamp si presenta molto bene...a questo punto preparati un messaggio standard (sia italiano che inglese) con i link alle tue pagine e i tuoi recapiti...e difondi in massa! Qualcuno ti risponderà sono sicuro! : Thumbup :
User avatar
TheGreyMaster
Platinum Member
 
Posts: 743
Joined: Thu Oct 09, 2008 7:53 pm
Location: Firenze

Next

Return to My Experiences

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 3 guests
cron