Synthonia • DT scenes from a memory on M3

DT scenes from a memory on M3

Fai ascoltare a tutti quello che sai fare!

Re: DT scenes from a memory on M3

Postby Albatros » Sat Aug 02, 2008 10:33 pm

Claudio wrote:Albatros ora però non mi trovi d'accordo.. Prima di tutto perchè ricorda che dietro Rudess c'è comunque un tecnico che gli aggiusta i suoni, e poi perchè stiamo parlando dei Dream Theater, non della Bibbia.. voglio dire, tu dici giustamente che studiando approfonditamente un suono creato da qualcuno, impari molto da questa persona.. e che giustamente, tutto cio' che siamo dipende da cio' che abbiamo imparato prima.. però non credi che in 10anni di cover dei DT tu ora non sia musicalmente un pò troppo influenzato da un'unica fonte?..
Comunque rispetto la tua scelta di suonare solo cover, a ognuno piace fare musica come crede.. e poi comunque i DT sono nonostante tutto ancora il mio gruppo del cuore ihih ;)

ma va ...assolutamente è sbagliato considerare i Dream theater e basta....sarebbe a dire come acculturarsi leggendo solo un libro....io suono da 10 anni DT perchè mi divertono...ma certo non è l'unica cosa musicale che faccio...anzi probabilmente è quella più periferica...bisogna fare tanta musica...di ogni genere...tutto fa brodo!
in quanto ai suoni, che ora abbia gli ingengeri o no non mi interessa, il risultato finale è cmq sempre sorprendente....nell'ultimo album Rudess si rinnova completamente e tira fuori dei Riff veramente originali...e tra l'altro condivido pienamente il non voler rimanere legati sempre alla stessa filosofia agli stessi suoni.....
I DT ormai hanno una loro identità, ma Rudess con loro tira sempre qualcosa di nuovo...e poi io non mi riferisco mai solo ai suoni....i suoni vanno organizzati in arte...è il tutto che conta...il suono in funzione dell'idea musicale....
certo si può partire anche dal suono per l'ispirazione, ma poi dietro c'è altro...c'è fantasia, ritmo...armonia..insomma basta a parlare di musica riferendoci al suono..è il discorso tipico del lead....c'è chi si ferma a Rudess quando ha il suono esatto del suo lead e chi invece lo prende come punto di partenza per apprendere il resto.....lo stile. il ritmo, la tecnica tastieristica...
Albatros
Junior Member
 
Posts: 364
Joined: Mon Feb 11, 2008 12:02 pm
Location: Ortona (chieti)

Re: DT scenes from a memory on M3

Postby Albatros » Sat Aug 02, 2008 10:43 pm

gilles wrote:
Claudio wrote:Albatros ora però non mi trovi d'accordo.. Prima di tutto perchè ricorda che dietro Rudess c'è comunque un tecnico che gli aggiusta i suoni, e poi perchè stiamo parlando dei Dream Theater, non della Bibbia.. voglio dire, tu dici giustamente che studiando approfonditamente un suono creato da qualcuno, impari molto da questa persona.. e che giustamente, tutto cio' che siamo dipende da cio' che abbiamo imparato prima.. però non credi che in 10anni di cover dei DT tu ora non sia musicalmente un pò troppo influenzato da un'unica fonte?..
Comunque rispetto la tua scelta di suonare solo cover, a ognuno piace fare musica come crede.. e poi comunque i DT sono nonostante tutto ancora il mio gruppo del cuore ihih ;)



p.s.:solo una postilla sul tuo post...al quale son decisamente daccordo.

rudess una volta se li creava lui i suoni. presumo nel periodo morghenstein. e potrei dire....boia che suoni.
nei dream è entrato con lui bert baldwin...un genio secondo me.
e da li lo ha sempre seguito. scene from a memory e six degrees son fenomenali con i suoni.
poi è scattato il periodo (che continua or ora) del....."son figo".
ormai non fa più nulla lui. è un esecutore pazzesco....ma penso prenda parte relativamente alla creazione dei suoi suoni.e si sente purtroppo.
ascoltavo giusto pochi giorni fa il live scene from new york...dio mio che suoni eheh.idem budokan...poi...zero.
cioè..prima c'era creazione di suoni ( beyond this life in primis)...ora ha suoni pressochè classici trovabili nelle varie tastiere che usa.
diciamo che si è seduto molto negli allori.
l'ultima volta che l'ho visto aveva 3 tecnici per lui.
ora addirittura fa una specie di concorso per andare ad "aiutarlo"..solo che bisogna esser della nasa da quanto ho letto:D


il concorso credo sia riferito a lavori di "manovalanza"...cioè avendo uno studio ed essendo impegnato come musicista, avrà pur bisogno di qualcuno che lo aiuti nell'aggiornamento dei programmi, degli Os...sistemare i file ecc...tutte ste cose che richiedono tempo e noia...
in quanto alla programmazione il discorso è molto complesso:
come si fa a dire che qualcun'altro gli fa i suoni e lui se ne sta zitto e muto? probabilmente lui avrà delle idee e (non lavorando per la korg da molti anni, a differenza della Kurzweil che ne era il presentatore ufficiale nonchè un sound designer) si può permettere di pagare chi gli aggiusta i suoni secondo le sue richieste. Così forse ha un senso!!
ma tutto questo non significa che non sia un grandissimo programmatore e che non sia un ottimo musicista e compositore....
probabilmente se avessi la possibilità, da musicista/compositore mi farei aiutare anche io da esperti del suono....ma sempre per realizzare la MIA IDEA non quella di ingegneri che di musica magari ne sanno poco...
i numeri sono numeri....ma alla fine la musica è gusto, è stile.....e secondo voi chi fa tali scelte?
Albatros
Junior Member
 
Posts: 364
Joined: Mon Feb 11, 2008 12:02 pm
Location: Ortona (chieti)

Re: DT scenes from a memory on M3

Postby dladio » Sun Aug 03, 2008 2:15 am

Sono d'accordo un po' con entrambi.. i suoni di prima erano più "Rudess", quelli di ora molto più "standard"..
Poi c'e' da dire anche d'altra parte che io studio architettura.. che c'entra?
C'entra perchè spesso l'architetto è a capo di un team composto dall' urbanista, lo strutturista, il legale ecc...
Voglio dire semplicemente che a volte quando si fanno cose molto complesse si ha bisogno di specialisti che sotto la supervisione dell' "architetto" si occupano di specifici compiti.. e non c'e' nulla di male in questo..
Ci sono programmatori, compositori, suonatori, e c'e' chi riesce a fare più o meno bene un po' tutto a seconda dei casi.. e Rudess è un fenomeno, il tastierista più completo che conosca e sotto alcuni aspetti il migliore in assoluto in ambito Rock..

Tornando in topic, ritengo che questi suoni per M3 siano fatti con molta cura, senza dubbio.. ognuno sceglie come impegnare il proprio tempo ed è libero di farlo come meglio crede..
Il lavoro va sempre ammirato e sebbene le critiche servano a crescere, vanno fatte sempre nel rispetto del prossimo..
Spero in questo senso che da parte di tutti ci sia d'ora in avanti una critica costruttiva e consigli per migliorare i risultati.. a questo serve il forum, a confrontarsi piuttosto che a distruggersi a vicenda.
Buon lavoro a tutti ;)
Nord Lead 2X
Nord Electro 2
SampleTank & iRig Midi
Proel Die Hard Column Stand
User avatar
dladio
Senior Member
 
Posts: 2885
Joined: Fri Jan 04, 2008 12:46 pm
Location: Noci (BA) - Italy

Re: DT scenes from a memory on M3

Postby gilles » Sun Aug 03, 2008 8:26 am

tornando al topic posso dire...aggiusta i violini....trovati una libreria....o metti apposto quelli che ci sono. son molto poveri e sentendoli così penso che in live non escano per nulla.
se vuoi fare proprio le cose fatte bene bene...."copia" gli stessi layer per beyond this life. alcuni son quelli altri no. o più che altro non sono i suoni giusti.
poi vabbhè è impensabile fare i suoni uguali uguali con una m3 a confronto di kurzweil. troppa differenza tra le 2. non lo dico in bene o in peggio...è solo che son differenti.

p.s.: approposito.....una cosa rivolta a tutti....non dite MAI...."questo suono in live esce bene". come fate a dirlo se lo state suonando in palco? ho sentito molti dire....ehhhh esce da dio.
ma come fa un musicista a sentire quello che esce da fuori? sentirà quello che esce in spia sua...ma non in PA.
o avete un fonico vostro che vi dice..questo esce..questo no...questo è cupo...questo si confonde...questo è troppo alto?
bhè io ce l'ho:D:D infatti mi affido a lui per la "tara" dei suoni in sede live.
ci son suoni che ascoltati in studio rendono tantissimo ma che in live a volte devono esser completamente cambiati perchè per qualche motivo non escono. vuoi per l'acustica...vuoi per tante altre cose...ma in linea di massima i suoni vengono per lo più rifatti o risistemati.
è ovvio anche.....in studio tutti usano dei preamp per registrare le tastiere quindi il suono che poi viene mixato è bello pieno e pompato. in live...mmm..credo nessuno usi un preamp...anche se sarebbe una figata eheheh
quindi alcuni suoni vengono presi e cambiati...aumentati....raforzati...a volte cambiati proprio per il fine del live.
ma come faccio a dire io cosa suona di più o di meno se...sono sopra il palco?
se si vuole fare una cosa fatta bene e figa...l'unica è prendersi un fonico......per un ora....un concerto....un tour...tutta la vita. fate voi. almeno lui in check o durante il concerto sa cosa alzarti..abbassarti o dirti di alzare.
la tastiera in live è lo strumento più "bastardo" che ci sia. tra che cambiamo 10000 suoni durante la serata ( io ne conto per i luca e i beehive sui 450 setup e per gli ashent sui 50)...tra che abbiamo una gamma di frequenze vastissima quindi cambiando tipo di palco o locale o stadio cambiano ance le frequenze.
non è una voce che..sistemato il limite massimo e qualche effetto sei apposto....o una chitarra che bene o male ha 3 suoni(pulito distorto lead) e sistemati quelli sei apposto.
la tastiera è una cosa più vasta.fate un conto di quanti suoni vi vanno via.
in prova vi regolate i volumi dei suoni...poi uscite e zac...alcuni si perdono. è ovvio.
l'unica è fare una prova generale in check con il fonico che vi dice...qua alza...qua abbassa..qua equalizza meglio..qua cambia.
o che si fa le date con te e per le prime volte si arrangia lui al mixer e poi mano a mano ti dice..." qua ieri sera eri alto".
ovviamente deve sapere tutta la scaletta e tutti i cambi che fai.
qui siamo a livelli un pò alti...anche perchè dovete pagarlo:D:D
però vi giuro che la cosa funziona da dio.
kurzweil k2600x,versione4.0 + BOV, rom 1-2, pram, ram, hd interno. korg triton rack . roland v synth XT.axiom 49. korg trinity custom tamarra. korg M1
User avatar
gilles
Senior Member
 
Posts: 2936
Joined: Wed Jan 02, 2008 7:14 pm
Location: mestre(ve)

Re: DT scenes from a memory on M3

Postby Support Synthonia » Sun Aug 03, 2008 8:44 am

io credo che un suono di base deve essere sempre alto, nella soglia di CLip come si diceva nell' altra sezione tempo fà.....
Io live nn suono da una vita e penso che nn succederà a breve e quindi nn mi interessa mimimamente il discorso "REGOLAZIONE VOLUME".
I miei suoni devono uscire tutti al MASSIMO :mrgreen:

Poi LIVE è tutta un'altra cosa, penso che l'unica soluzione sia avere qualcuno, come dice gilles, che da mixer prende nota di tutti i volumi e poi ci dia una mano a settarli in base alla situazione...
Certo, live ci sono troppi fattori: impianto, acustica, volumi degli altri ecc ecc.

Se suonassi live, da tastierista, la prima cosa che farei è acquistare una cassa per tastiera e nn andare con casse da PIANO BAR...
Questo secondo me è il primo passaggio, la regolazione dei volumi viene sempre e soltanto dopo e nn è detto sia solo il tastierista a doverla fare.............. :x
:evil:
User avatar
Support Synthonia
Site Admin
 
Posts: 7458
Joined: Tue Jan 01, 2008 8:31 pm

Re: DT scenes from a memory on M3

Postby Albatros » Sun Aug 03, 2008 9:08 am

gilles wrote:tornando al topic posso dire...aggiusta i violini....trovati una libreria....o metti apposto quelli che ci sono. son molto poveri e sentendoli così penso che in live non escano per nulla.
se vuoi fare proprio le cose fatte bene bene...."copia" gli stessi layer per beyond this life. alcuni son quelli altri no. o più che altro non sono i suoni giusti.
poi vabbhè è impensabile fare i suoni uguali uguali con una m3 a confronto di kurzweil. troppa differenza tra le 2. non lo dico in bene o in peggio...è solo che son differenti.

p.s.: approposito.....una cosa rivolta a tutti....non dite MAI...."questo suono in live esce bene". come fate a dirlo se lo state suonando in palco? ho sentito molti dire....ehhhh esce da dio.
ma come fa un musicista a sentire quello che esce da fuori? sentirà quello che esce in spia sua...ma non in PA.
o avete un fonico vostro che vi dice..questo esce..questo no...questo è cupo...questo si confonde...questo è troppo alto?
bhè io ce l'ho:D:D infatti mi affido a lui per la "tara" dei suoni in sede live.
ci son suoni che ascoltati in studio rendono tantissimo ma che in live a volte devono esser completamente cambiati perchè per qualche motivo non escono. vuoi per l'acustica...vuoi per tante altre cose...ma in linea di massima i suoni vengono per lo più rifatti o risistemati.
è ovvio anche.....in studio tutti usano dei preamp per registrare le tastiere quindi il suono che poi viene mixato è bello pieno e pompato. in live...mmm..credo nessuno usi un preamp...anche se sarebbe una figata eheheh
quindi alcuni suoni vengono presi e cambiati...aumentati....raforzati...a volte cambiati proprio per il fine del live.
ma come faccio a dire io cosa suona di più o di meno se...sono sopra il palco?
se si vuole fare una cosa fatta bene e figa...l'unica è prendersi un fonico......per un ora....un concerto....un tour...tutta la vita. fate voi. almeno lui in check o durante il concerto sa cosa alzarti..abbassarti o dirti di alzare.
la tastiera in live è lo strumento più "bastardo" che ci sia. tra che cambiamo 10000 suoni durante la serata ( io ne conto per i luca e i beehive sui 450 setup e per gli ashent sui 50)...tra che abbiamo una gamma di frequenze vastissima quindi cambiando tipo di palco o locale o stadio cambiano ance le frequenze.
non è una voce che..sistemato il limite massimo e qualche effetto sei apposto....o una chitarra che bene o male ha 3 suoni(pulito distorto lead) e sistemati quelli sei apposto.
la tastiera è una cosa più vasta.fate un conto di quanti suoni vi vanno via.
in prova vi regolate i volumi dei suoni...poi uscite e zac...alcuni si perdono. è ovvio.
l'unica è fare una prova generale in check con il fonico che vi dice...qua alza...qua abbassa..qua equalizza meglio..qua cambia.
o che si fa le date con te e per le prime volte si arrangia lui al mixer e poi mano a mano ti dice..." qua ieri sera eri alto".
ovviamente deve sapere tutta la scaletta e tutti i cambi che fai.
qui siamo a livelli un pò alti...anche perchè dovete pagarlo:D:D
però vi giuro che la cosa funziona da dio.


io ti posso dire che faccio esattamente come hai scritto sopra, ma in più ti consiglio vivamente di fare le prove anche senza fonico e cercando di regolare già di base i suoni con il chitarrista. In questo modo provo veramente LIVE i suoni perchè li provo in mezzo al gruppo con un unico impianto.
poi per i live il fonico secondo me fa il 50 percento del lavoro...è veramente una mano santa perchè impasta il sound a dovere in tempo reale rendendo la band un unica cosa e quindi portando gradimento nel pubblico che anche se non sembra o ignorante sa bene quando uno strumento si sente troppo. Siamo tutti colti di musica in fondo....
Quindi regolare il sound studiando le frequenze insieme al chitarrista è un buon punto di partenza....non mi fido mai troppo del fonico che quantunque musicista, non fa le mie scelte. a quel punto i miei suoni non avrebbero senso....tanto vale farli fare al fonico...
in quanto alle patch dream theater:
1) quali string non ti piacciono(cioè in quale demo hai sentito che non ti piacciono)
2) in live (dopo quanto detto sopra) spaccano tutti di brutto, sti suoni.
3 per ricostruire i suoni non sono malato come pensi ma utilizzo la stessa filosofia di Rudess; un lead se è costruito allo stesso modo, se funziona, e ci si avvicina a me sta bene. non è il suono identico che fa la differenza, ma come si impasta e sopratutto COME LO SUONI. lo stesso Rudess non si fa problemi con suoni simili....perchè semplicemente una parte di piano è sempre una parte di piano...che sia kurz o no...i cori sono sempre cori...
4 la patch di beyond è ricostruita con tutti i layer che dice lui, e in ogni caso suona diverso dalla versione studio.
5) A me non interessa fare la copia di Rudess (e infatti non ho mai preso il kurz ) ma interiorizzare uno stile, un modo di pensare, di creare di uno dei tastieristi più complessi e completi al mondo al fine di accrescere il mio livello culturale.
Albatros
Junior Member
 
Posts: 364
Joined: Mon Feb 11, 2008 12:02 pm
Location: Ortona (chieti)

Re: DT scenes from a memory on M3

Postby Support Synthonia » Sun Aug 03, 2008 9:22 am

Albatros, putroppo Gilles è partito.....
Dovrai fartene una ragione...... :mrgreen:

Scherzo ovviamente..
Comunque complimenti per il tuo lavoro a prescindere dalla tua rivalità con Gilles :ugeek:
User avatar
Support Synthonia
Site Admin
 
Posts: 7458
Joined: Tue Jan 01, 2008 8:31 pm

Re: DT scenes from a memory on M3

Postby Albatros » Sun Aug 03, 2008 9:44 am

makè rivalità...io sono contento quando mi fanno le critiche ed è bello ragionarci su.....a questo serve il forum....cmq dimmi come posso postare il mio pcg..
Albatros
Junior Member
 
Posts: 364
Joined: Mon Feb 11, 2008 12:02 pm
Location: Ortona (chieti)

Re: DT scenes from a memory on M3

Postby Support Synthonia » Sun Aug 03, 2008 9:56 am

Albatros wrote:makè rivalità...io sono contento quando mi fanno le critiche ed è bello ragionarci su.....a questo serve il forum....cmq dimmi come posso postare il mio pcg..

Allora, per ora la roba che produci su M3 la tieni per te visto che sei l'unico...
Ti spiego in privato come lavoreremo sul forum..
E'scontato dirti che tutto sarà gratuito, ma la roba che produrremo come "S4K TEAM" sarà di origine controllata e quindi ci saranno delle modalità di Download che sto definendo...
In sostanza così come tu hai sudato per produrre i tuoi suoni, così gli "USERS" del forum internazione ed italiano dovranno perlomeno fare la stessa cosa quantificata in "partecipazione" al forum...
:ugeek:
User avatar
Support Synthonia
Site Admin
 
Posts: 7458
Joined: Tue Jan 01, 2008 8:31 pm

Re: DT scenes from a memory on M3

Postby Support Synthonia » Sun Aug 03, 2008 10:07 am

Correggo quello detto sopra..
Puoi fare quello che vuoi con i tuoi suoni, per postare il pcg, zippalo e lo metti in upload col tool che trovi nella Home page...
Del resto è questo lo spirito di questo forum.
Mi sembra che anche Endless abbia M3 quindi. 8-)

Quello che volevo dirti prima era rivolto al discorso "S4K TEAM" e al progetto che prenderà forma sul nuovo sito..
User avatar
Support Synthonia
Site Admin
 
Posts: 7458
Joined: Tue Jan 01, 2008 8:31 pm

PreviousNext

Return to My Sound and Style

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests