Synthonia • Roland Juno Stage

Roland Juno Stage

Dalla nascita della prima M1, passando per le astronavi Kurzweil, fino ad arrivare alle più recenti macchine tutto fare

Roland Juno Stage

Postby lollodb » Sat Mar 30, 2013 10:29 pm

Ciao a tutti! Ho una juno stage da qualche mese, e la trovo fantastica!! Non sono un esperto, anzi...non so quasi niente, ma amo suonare e mi da fastidio non sfruttare tutte le sue potenzialità! Ho visto che è possibile "creare" suoni dal nulla...mi interesserebbe, dato che nonostante il grande numero di patches che ha non riesco a trovare alcuni suoni che vorrei usare! Ho provato a consultare il manuale, ma mi sembra strutturato piuttosto male, e soprattutto utilizza una terminologia a me totalmente sconosciuta. Poi guardando sul web ho visto che è più semplice fare questa cosa (creare i suoni) collegando la tastiera al pc. Insomma...non ci capisco nulla di nulla. C'è qualche anima pia intenzionata ad aiutarmi?
lollodb
 
Posts: 15
Joined: Thu Mar 28, 2013 1:02 pm

Re: Roland Juno Stage

Postby cecchino » Sat Mar 30, 2013 11:08 pm

Sì, in effetti la facilità di modifica dei suoni della tua tastiera aumenta di molto sfruttando l'editor per PC o Mac che trovi sul sito Roland:
http://www.roland.com/support/article/?q=downloads&p=JUNO-STAGE
Sulla Stage puoi anche (se le trovi a prezzi decenti) installare le schede srx, che aumentano la quantità di suoni pronti e di forme d'onda disponibili per crearne di nuovi.
Sulla terminologia dei manuali Roland posso darti abbastanza ragione, ma una volta che ti metti lì con manuale tastiera ed editor alla fine diventa abbastanza semplice capire cosa si modifica e come : Wink :
Buona permanenza!
C.
Dexibell S3, Kurzweil PC4-7, Yamaha FB-01, Korg M3R, M-Audio Audiophile FW, MacBook Pro, Mainstage 3, iPad Pro 2020
User avatar
cecchino
 
Posts: 1779
Joined: Thu Mar 24, 2011 10:23 pm
Location: Roma

Re: Roland Juno Stage

Postby Liquid-Darius » Sun Mar 31, 2013 1:25 am

Ciao! Io ho la Juno Stage da 3 anni, posso dirti che all'inizio anche io ho trovato un po' ostico programmare direttamente dal menù della tastiera, anche se poi un po' alla volta ti ci abitui. Con l'editor è più immediato e veloce. Se vuoi un consiglio, detto da me che esperto di programmazione non sono ma studio già da un po' di tempo, piuttosto che creare dei suoni da zero cerca delle patches che si avvicinino ai suoni che hai in mente o che devi riprodurre, a quel punto prova a modificare i settaggi a partire dal multieffetto (dal pannello frontale della tastiera: tasto edit, seleziona effect edit, premi il tasto corrispondente a mfx e a quel punto hai una vasta scelta di effetti), rimuovendolo o sostituendolo con altri a volte ti permette di ottenere ottimi risultati, stessa cosa vale per i delay o i riverberi, che puoi sempre togliere dal menù "effect edit".

Se poi vuoi provare i suoni e le performances che ho programmato io per la Juno Stage dovrebbero essere disponibili come free download nel market non appena aprirà! : Wink :
Setup (Work in progress!!!):
Roland Juno Stage
M Audio Axiom 49 (2nd gen)
Casio Privia Px 200 (solo in live)
e tanta voglia di suonare!!!
User avatar
Liquid-Darius
Junior Member
 
Posts: 134
Joined: Sat Jul 30, 2011 1:40 pm
Location: Cesena

Re: Roland Juno Stage

Postby onemaxlight » Thu May 08, 2014 4:32 pm

Ciao Darius,
Ho acquistato da poco un juno stage usato e ne sono molto contento (purtroppo molto più della krome 73nuova).
Visto che hai 3 anni di utilizzo credo tu sia la persona giusta a cui fare qualche domanda su cose di cui ho dubbio prima di cominciare.ad usarla seriamente.

Innanzitutto, mi sono accorto in cuffia ,solo a casa purtroppo e non quando l'ho provata dal venditore, che nel mio canale destro sono presenti dei fruscii (sibilo..)residui al rilascio del tasto fino a quando l'inviluppo del suono non si conclude. Stranamente è più presente su alcune note che su altre (mi, re , la in tutte le ottave) .
Questo fruscio ė presente con il volume da 0 a 60% circa. Poi sparisce alzando ancora il volume per far posto al normale rumore di fondo quando si arriva al limite del 100%. Il tutto ė comunque abbastanza accettabile, mentre suoni parti ricche non lo riconosci, ė che io sono un po' maniaco per queste cose....La tua fa qualcosa di simile?

Per quanto riguarda le PERFORMANCE :
Ho preso questa tastiera convinto che per mandare il click al batterista bastasse memorizzare una performance con un pattern di ritmo ad una determinata velocità e quando richiamavo la performance di una canzone ( che noi facciamo tutte completamente LIVE) potevo far partire il click giusto per dare l'input al nostro batterista (visto che a volte, facendo un genere molto vario, finita una canzone molto rock/veloce, ci ritroviamo a partire con troppo entusiasmo e fare delle canzoni "lente" allo stesso tiro della precedente).
Mi sono accorto che 1) il click lo mandi solo se faccio partire una SONG da pennetta usb !!!
2) non riesco a salvare in una PERFORMANCE un determinato pattern di batteria con una velocità CHE VOGLIO IO!

Ma ė così o sono io che non ho letto bene il manuale? E se fosse così, che diavolo di senso ha avere una batteria dentro il Synth ?? Non serve nemmeno per provare a comporre...improvvisando! Mi salvo tutto e quando riaccendo i pattern sono comunque resettati e con il tempo 120!

Mi dai qualche suggerimento?
Grazie, Max
yamaha MOX6 - roland JUNO STAGE - korg KROME 73 - behringer QX1202usb
User avatar
onemaxlight
 
Posts: 6
Joined: Mon Apr 21, 2014 10:07 pm


Return to WorkStation / Synth

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest
cron