Log in Register

Login to your account

Username *
Password *

Come ho restaurato il mio Hammond RT-3 - Upper & lower manuals


Written on Sunday, 22 February 2015 15:30
Written by  Enrico

{gallery}104{/gallery}

La revisione DWB, avendo avuto esito positivo, mi ha dato coraggio per proseguire... quindi dopo averla incartata per bene l'ho sistemata vicino al leggio.

Modificando una chiavetta a tubo sia in lunghezza che nell'esagono interno (che qui le misure sono in pollici) ho potuto eseguire lo smontaggio dei tasti del manuale superiore. Serviva proprio una chiave piccola così, che non avevo, l'accessibilità è scarsa per il manuale superiore, almeno fin quando non si supera il traliccio dei preset.

Figura 1

Fig. 1 - Le due chiavi utilizzate per smontare i tasti, decisamente meglio quella a tubo, più piccola e più manovrabile con la leva

Figura 1

Fig. 2 - Appena tolta la barra anteriore dei feltri UpStop ecco la situazione... la polvere antica...

Quindi smontaggio OK! È sorprendente la meccanica dei tasti, molto semplice e geniale. Sotto i tasti... montagnole di polvere antica! E dato che l'organo veniva suonato da una donna, c'erano alcuni dei suoi ricordi, mollette per capelli, spilli vari e aghi (soldi niente purtroppo), e perfino residui di crema per le mani evidentemente messa prima di suonare.

Figura 2

Fig.3 - La vasca dopo la prima pulita

Inoltre vi era un odore strano che dopo le pulizie ecc. è fortunatamente sparito. Tutti i tasti, man mano che li smontavo, finivano in una bagnarola con detersivo e Viakal, e dopo tre giorni venivano lavati e asciugati.

Figura 3

Fig. 4 - La Disinfestazione


Appena  pulite le vasche le ho pitturate con una vernice speciale, antiossidante per lamiere zincate (c'erano delle macchie di ossidazione).

Figura 5 

Fig. 5 - Verniciatura delle vasche  

Fatto questo ho iniziato la lucidatura dei tasti eseguendo anche una modifica secondo le normative Hammond che ho visto nel corso degli anni, e cioè l'angolo arrotondato sul lato esterno di cascata su ogni tasto. Questo lavoro è stato fatto a mano con una lima, lucidati tutti i tasti uno per uno con pasta abrasiva e polish delle autocarrozzerie, una goduria... che quest'organo aspettava da tanto tempo!!!

Figura 6 

Fig. 6 - Lucidatura tasti con pasta abrasiva poi polish

Figura 7 

Fig. 7 - Aggiornamento curvatura bordo tasti

Ma il bello doveva ancora venire! Stavo ancora al manuale superiore... comunque, con tanta pazienza, finiti i 61 tasti, ho iniziato i Keycombs (come si dice....i pettini)! Quando era arrivato l'organo cercavo sempre di organizzarmi per fare questa fase di lavoro che mi impensieriva non poco, perché sapevo della difficoltà e dell'enorme importanza che hanno questi particolari. Essi determinano infatti la silenziosità e la scorrevolezza della tastiera

Figura 8

Fig. 8 - I keycombs prima della cura....

Ma ho avuto fortuna, in una visita ad un noto megastore di bricolage (L-M), ho trovato delle tavolette di feltro ben compatto dello spessore di 4mm, e a 4 soldi! C'è l'adesivo ma si toglie immediatamente immergendolo a bagno nel diluente alla nitro o acetone... poi si asciuga subito. Tutto con vera soddisfazione della saccoccia! Perché ordinare questi feltri in USA ha un costo elevato in relazione a quello che è il materiale.

Figura 9 

Fig. 9 - Le tavolette di Feltro di L-M 


Sicché, una volta tolto l'adesivo, con un taglierino ben affilato si procede a tagliare delle striscette a misura; anche qui bisogna fare attenzione, misurando bene.

Figura 10 

Fig. 10 - Costruzione dei listelli di feltro (hanno ancora l'adesivo perché sono i primi fatti per provare).

È bene sapere che i Keycomb non sono tutti uguali come sembrerebbe, sono fatti in settori a cui stanno applicati i feltri sui quali scorrono in verticale i tasti quando vengono premuti e vi sono due misure in ogni settore da 12 denti.

Figura 11 

Fig. 11 - Misure in pollici (ricevute da Bobman) della larghezza dei denti e relativa corrispondenza dei tasti.

 

Con la pinza perforatrice occorre praticare il foro, e mettere il ribattino, come da foto. Il lavoro è venuto al bacio, per la silenziosità incredibile che hanno ottenuto queste tastiere (anche perché lo spessore dei feltri originali è 2mm e io ce l'ho messo da 4... quindi sono forse un tantino più dure, ma con una guida migliore, e adesso dopo il rodaggio sono perfette). C'è bisogno di estrema attenzione nel ricollocamento di ogni tasto, la molletta ha 2 forellini, in questi due forellini ci devono entrare due pernetti che non permettono al tasto di avere un movimento anomalo, e siccome si lavora dalla parte anteriore non sono visibili e quindi bisogna "sentirli" con le dita prima di dare l'ultima stretta alla vite, muovendo il tasto lateralmente ed essere sicuri che siano entrati nell'alloggiamento.

Figura 12 

Figura 13 

Fig. 12 - Il primo settore Keycomb lato destro upper manual

Figura 14 

Fig. 13 - Ecco la molla su cui agisce ogni tasto premuto, si notino i due forellini di centraggio. Non c'è nulla di più comodo per lo smontare e rimontare, basta solo allentare i bulloncini e liberare il tasto...

Non nascondo che a fine montaggio di ognuno dovevo provarli, e qualche volta ho dovuto rismontare tutto intervenendo sul feltro troppo preciso, e talvolta anche sostituendolo... purtroppo il lavoro fatto a mano comporta questo! 2 giorni per i keycomb del manuale superiore, uno per uno con infinita pazienza e meticolosità. Alla fine fare un glissato a organo spento... e sentire appena il lieve movimento dei tasti resi silenziosi una cosa estremamente piacevole... Questo poi è stato adeguatamente coadiuvato dai feltri DownStop che ho provveduto a posizionare alla rovescia rispetto alla posizione originale. Per i feltri UpStop invece, essendo quelli che trasmettono il rumore di rilascio quando sono vecchi e pressati, ho risolto con la parte morbida del Velcro adesivo, tagliato a metà per tutta la lunghezza e senza togliere quello vecchio, ottenendo una silenziosità al rilascio incredibile.

 

A questo punto il lavoro prosegue tale e quale sul manuale inferiore ad uno ad uno i tasti tornano ai loro posti anche quelli dei preset, con completa revisione e manutenzione dei meccanismi di sgancio. 

 

Figura 15

Fig. 15 - Rimontaggio manuali terminato

Alla prossima puntata!


Rate this item
(0 votes)
Read 1359 times
Published in Didattica
Tagged under
Last modified on Saturday, 28 February 2015 20:44